Angarthal è il progetto solista di Steve Angarthal che, propone un progetto poliedrico di natura hard rock con contaminazioni di progressive rock, heavy metal e al contempo diramazioni nei campi del Rock Blues e della Musica Classica.

Steve segue in prima persona tutti gli aspetti compositivi, di produzione, così come chitarrista e cantante della band.

Il disco che ha inaugurato questa avventura è “Uranus and Gaia”  del 2016 e vide la presenza alla batteria di Luca Saja (Dragon’s Cave), Angelo Perini (Fire Trails), il tastierista Mauri Belluzzo (Alchemy Divine) e del batterista Sergio Pescara (Groovydo).

Seguono poi le pubblicazioni dei singoli “Hard Time Shuffle” nel 2019 e “Bye Bye Blues” nel Gennaio 2020: entrambi due episodi di matrice Rock Blues che vedono la partecipazione di Larsen Premoli (Keyboards and Audio engineer), Angelo Perini (basso) e Jody Brioschi (batteria).

Nell’estate 2020 viene pubblicato il singolo “The Swann” dove l’esecuzione di tutti gli strumenti e l’arrangiamento stesso sono opera dello stesso Steve Angarthal.

E’ in fase di completamento la produzione di un nuovo album Rock.